home cronache cantorsopedia immagini info & link

Cantorso Chronicles

Dichiarazione universale dei diritti dei Viventi

 

PUBBLICAZIONI - Guida della pro loco Cantorso

 

L'idea è nata durante una di quelle caotiche e frastornanti riunioni nella sede della pro loco. Non è chiaro come ci si sia arrivati, ma il problema di partenza era sempre lo stesso: disciplinare o per lo meno contenere il devastante impatto delle orde turistiche. L'escursionista ‘tipo’ è un anima innocente e distruttiva. Egli sporca, inquina, rovina e sopprime senza accorgersene. Dietro di sé lascia montagne di scarti e rifiuti contenenti qualsiasi oggetto di qualsivoglia materiale. Il suo passaggio scatena forze devastatrici, al confronto delle quali la cavalcata delle valchirie è una passeggiata di innocue vecchiette. Il turista estirpa fiori e qualsiasi cosa abbia per lui un minimo senso estetico. Schiaccia piante, strappa rami, calpesta tutto ciò che si trova al suolo, estinguendo vite e compiendo stragi ad ogni passo. Il vacanziere perfetto si porterebbe via anche gli alberi se potesse trasportarli, e lungo il cammino sequestrerebbe ogni animale che incontra per deportarlo nel suo giardino privato, perché non si sa mai, a qualcosa potrebbero sempre servire, e poi è bello...
Tuttavia stiamo parlando di vita intelligente. Non ne siete convinti? Pensate che non siano tutti esseri senzienti? Eppure le piante piante emettono suoni e reagiscono agli impulsi sonori, sono sensibili al tatto, si aiutano e comunicano fra loro, si riconoscono... Figuriamoci gli animali... Ne avete mai osservato uno attentamente? Sareste pronti a giurare che non provi emozioni, non senta dolore, non immagini, non sogni? E cosa ne sappiamo che non lo facciano anche le piante? Già presupponiamo le vostre contestazioni: dovete nutrirvi, e se non si potesse raccogliere neanche più l'insalata allora tanto varrebbe morire di fame. Ma avete pensato che le piante non hanno bisogno di mangiare nessuno e che sintetizzano la loro energia direttamente dalla luce solare? Riconosciamogli almeno questo! La cosa, in effetti, sembra un po' più civile che dover divorare gli altri per vivere.
Quindi, per restituire ad ognuno la propria dignità ed evitare inutili massacri, stiamo preparando una carta dei diritti. Gli uomini ne hanno già fatta una solo per loro, mai che si vada oltre il proprio orticello. Ne è stata proposta una per le piante, e noi vogliamo proporne una che valga per tutti gli esseri viventi. Sicuramente, almeno a Cantorso, avrà severissima validità di legge. Solo che al momento dovete portare pazienza, è ancora in preparazione...